SEED’S design: educational courses in Ist. Paciolo-D’Annunzio

Progetto Comenius SEED  IIS Paciolo-D’Annunzio

 

Anche al Liceo scientifico dell’IIS Paciolo-D’Annunzio, il percorso educativo comincia con la visione del film documentario “The Age of Stupid”, di Franny Armstrong. La visione del film permette di far emergere, attraverso la discussione in classe, il filo conduttore del Progetto SEEDS che riguarda l’etica ambientale. L’ambito di approfondimento scelto dal nostro Liceo riguarda l’inquinamento luminoso. Il progetto “Inquinamento luminoso: vederci chiaro senza restare al buio” coinvolge una classe prima del liceo scientifico.

Il percorso del nostro Liceo ha, quindi, come obiettivo generale quello di far esplorare agli studenti  il concetto di inquinamento luminoso e le sue implicazioni.

In particolare alla fine del percorso, gli studenti saranno in grado di:

–         comprendere il concetto di inquinamento luminoso allegato 1 e allegato 2

–         comprendere le cause e gli effetti dell’inquinamento luminoso

–         comprendere i modi in cui l’inquinamento luminoso può essere evitato o ridotto.

L’approccio didattico che utilizzato è l’approccio IBSE (inquiry-based science education).

Il lavoro con gli studenti parte, quindi, con attività che hanno lo scopo di creare interesse, generare curiosità e domande nella mente degli studenti e scoprire cosa sanno già sull’inquinamento luminoso e far emergere eventuali conoscenze pregresse e misconcezioni. A tal scopo la riflessione sull’inquinamento luminoso comincerà osservando immagini della Terra vista dal satellite di giorno e di notte e cercando di immaginare come poteva essere, invece, camminare di notte per le strade nel 1800. Il coinvolgimento degli studenti proseguirà con la lettura dell’articolo “La scomparsa della notte” di Verlyn Klinkenborg, seguita da una discussione sui punti di vista dell’autrice e degli studenti relativamente all’inquinamento luminoso.

Una serie di attività sperimentali permetteranno poi agli studenti di esplorare questo tema utilizzando le loro preconoscenze per generare nuove idee, esplorare domande e svolgere investigazioni. Quindi attraverso lezioni frontali, lettura di documenti, video, planetario virtuale e un’intervista con un Astronomo, gli studenti verranno aiutati comprendere il problema dell’inquinamento luminoso e le sue implicazioni. Gli studenti verranno quindi coinvolti in un progetto di cittadinanza scientifica, Globe at night, per misurare l’inquinamento luminoso. Nel mese di maggio la classe trascorrerà due giorni presso l’Osservatorio Astronomico della Valle D’Aosta dove potrà effettuare osservazioni notturne accompagnate da lezioni di esperti.

Il prodotto finale di questo progetto vedrà la realizzazione di un video educativo rivolto alla popolazione locale allo scopo di sensibilizzare al problema dell’inquinamento luminoso e sui potenziali rischi che comporta. Il video verrà poi inserito nel sito web della scuola e offerto alle autorità locali come strumento di sensibilizzazione della cittadinanza locale.

 

 

At “Liceo scientifico Paciolo-D’Annunzio”, the educational process begins with the viewing of the documentary film ” The Age of Stupid ” by Franny Armstrong. This film will be used as a start up of the Comenius Project SEEDS. The subject of our school project concerns light pollution. The project ” Light pollution : see clearly without being left in the dark ” involves a first form.

Our project has the overall goal of making students explore the concept of light pollution and its implications . In particular, at the end of the project , the students will be able to:

– understand the concept of light pollution

– understand the causes and effects of light pollution

– understand the ways in which light pollution can be avoided or reduced.

The teaching approach used will be the IBSE ( inquiry-based science education ) approach, and class activities will use cooperative learning structures.

The students will be engaged in activities that are designed to create interest , generate curiosity and questions in the minds of the students and find out what they already know about light pollution and elicit any prior knowledge and misconceptions. Therefore, their thinking about light pollution will start by observing satellite images of Earth, during day and night, and trying to imagine how it could be to walk through the street at night in the 1800s. The involvement of the students will continue with the reading of the article ” Our Vanishing Night” by Verlyn Klinkenborg , followed by a discussion about the author’s and students’ views in  regard to light pollution .

Experimental activities will allow students to explore this issue by using their prior knowledge to generate new ideas, explore questions and conduct investigations. So through lectures, documents, virtual planetarium, video, and an interview with an astronomer, students will be helped to understand the problem of light pollution and its implications. Then, the students will take part in a citizen science project, named “Globe at night”, to measure light pollution in their community. In May, the class will spend two days at the Astronomical Observatory of the Aosta Valley region where they will make nocturnal observations of the sky, and attend a seminar by local astronomers.

The final product of this project will be the making of a short video aimed at the local population in order to raise awareness of the problem of light pollution and the potential risks involved. This video will be placed in our school website and offered to the local authorities as a means of raising awaren

 

final project